Educate To Life - Montessori Notes

An enduring classic: The Worst Witch by Jill Murphy [Una Strega Imbranata]

The first book of the bestselling series 'The Worst Witch' by British author/illustrator Jill Murphy was published back in 1974 after being refused by multiple publishers.
Since then, the adventures of accident-prone witch-in-training Mildred Hubble have been told in eight books, written throughout 45 years. Millions of readers have loved them and cheered on Mildred, 'the worst witch' that fails to fit into the box. 

And so have we. 

Mildred has been our lockdown companion bringing so much fun and suspense to our readaloud breaks in between Zoom sessions.

The story is set at Ms Cackle's Academy For Witches, an ancient, cold and sinister castle at the top of a mountain, punctuated by pine trees and immersed in fog. 

The events were inspired by the memories of the years spent by the author at the Ursuline Convent in Wimbledon, a strict grammar school for girls run by severe nuns.
Term after term, we follow Mildred, aka the worst witch in the school, in her school life until Year 4, as she navigates bad luck trying to stay out of trouble and to fit in.
She must undergo the prejudices of her strict headmistress, the grumpy and rather cruel Ms Hardbroom, whilst also trying to dribble the implacable and snooty Ethel Hallow, the teacher's pet. Ethel never misses an opportunity to make her look small and incapable.

In between disasters, imperfect and utterly lovable Mildred repeatedly saves the day, unhinging the rigid traditions of the school, one book after the other.
The story features a few old-fashioned spells and some broomstick nosedives, but magic is here just the narrative gimmick to tell about the world, the seasoning for the dull all-female school life. 

Murphy tackles situations and topics that instantly resonate with the primary-age readers: from the social dynamics of life in a boarding school to rivalry, friendship and compassion, diversity and inclusion.
'The Worst Witch' is all about exploring social interactions and ethics, and about questioning the pathways for discipline, learning and personal growth. 

We watch Mildred grow and find her voice: she turns from an insecure child, overwhelmed by the rules of a child-unfriendly environment, into a positive and self-confident girl who can speak up for herself and think outside the box.

So I wouldn't squeeze this series into the fantasy genre, because underneath the few innocent spells there is a whole world of familiar reality, sometimes cruel, often very funny.
The cast of the 2017 TV adaptation with Mildred Hubble played by Game of Thrones actor Bella Ramsey. Photograph: Matt Squire/BBC / Matt Squire / Geraint Williams

The author entertains us whilst also throwing a stern look at the British education traditional system and single-sex education, which still thrives in boarding schools and catholic schools. 
Murphy depicts an all-female world not to endorse it but rather to acknowledge it. 

Children who have started to explore the rules of social life in the first plane of development (0-6) will move forward when entering the second plane (6-12) exploring ethics, gender identification and exclusivity in friendship.  They tend to make friends with peers in small groups, boys with boys, girls with girls. 
The concept of 'group' will only emerge during adolescence, as well as new ways of interaction between genders within it.
With the due exceptions, that's extremely common and that's the reason why gender division seems to prevail in early chapter books. This doesn't mean that we should only offer books featuring male or female characters to our child, quite the opposite. It means that we should do that mindfully. 

A certain strand of  'girly' literature has in fact played a role in supporting gender stereotypes which are created at this age. So we must be very careful when choosing stories at this point of our child's development as we are giving them the images for personal identification.
That's always the case, although it can be trickier with chapter books as we can't read it before buying.
So as a rule of thumb it's always good to choose single books over bundles and book sets, and it's good to remember that it is ok to interrupt the reading and leave a book aside if we feel that it's not appropriate.
Let's have a conversation with the child explaining why we think we don't need that book and let's stay consistent in front of his remarks, because not everything is negotiable. 'Follow the child' doesn't mean abdicating our role as adults.

I tend to stay away from such books altogether, although I made some mistakes and purchased some series that we barely touched. The apparently innocent and rather annoying Ivy&Bean soon ended up hidden away in the bookshelf.


That said, The Worst Witch is a very 'safe' book series, extremely well written in a rich language. We are spoiled with detailed and engaging black&white illustrations nearly at every page, which children will love. 
An enduring classic.
-
Book 1 - The Worst Witch [1974]
Book 2 - The Worst Witch Strikes Again [1980]
Book 3 - A Bad Spell for the Worst Witch [1982]
Book 4 - The Worst Witch All at Sea [1993]
Book 5 - The Worst Witch Saves the Day [2005]
Book 6 - The Worst Witch to the Rescue [2007]
Book 7 - The Worst Witch and the Wishing Star [2013]
Book 8 - First Prize for The Worst Witch [2018]

Written and illustrated by Jill Murphy
Published by Penguin Random House
Reading age: 6+ (read aloud), 8-11 (independent reading)


[ITALIANO]

Il primo libro della serie "The Worst Witch" dell'autrice inglese Jill Murphy è stato pubblicato nel 1974 dopo essere stato rifiutato da più editori, e tradotto solo l'anno scorso in Italiano.

Da allora, le avventure di Mildred Hubble sono state raccontate in otto libri, scritti nel corso di cinquant'anni di cui l'ultimo nel 2018 e due serie TV. Milioni di lettori li hanno amati e hanno tifato per Mildred, la strega peggiore della scuola.

E anche noi!

Mildred è stata la nostra compagna di avventure durante questo lunghissimo lockdown, portando tanto divertimento e suspense nelle nostre pause di lettura tra sessioni su Zoom.

La storia è ambientata all'Accademia per Streghe di Miss Cackle, un castello antico, freddo e sinistro in cima a una montagna punteggiata da abeti e immersa nella nebbia.
L'autrice si ispiro' agli anni trascorsi al Convento delle Orsoline di Wimbledon, un esclusivo liceo femminile gestito da suore a tratti piuttosto crudeli.
Semestre dopo semestre seguiamo Mildred fino all'ultimo anno, mentre fatica ad adeguarsi all' ambiente scolastico, affrontando regolari colpi di sfortuna e cercando di tenersi fuori dai guai.

La povera Mildred deve subire i pregiudizi della sua insegnante, la severissima Ms Hardbroom, cercando anche di evitare gli attacchi dell'implacabile e altezzosa Ethel Hallow, la preferita della maestra, che non perde occasione per sminuirla e farla apparire incapace agli occhi di tutti.

Tra un disastro e l'altro, Mildred si rivela imperfetta e per questo assolutamente adorabile, e non solo riesce sempre a risolvere la situazione ribaltando la sfortuna a favore suo e degli altri, ma arriva anche a scardinare le rigide tradizioni della scuola, un volume dopo l'altro.
La serie include alcuni elementi di magia, abbastanza da soddisfare la curiosità' di lettori piu' giovani (come un pre-Harry Potter) ma non tanto da sconfinare nel genere fantasy. Per questo ci e' piaciuto.

Assistiamo a lezioni di pozioni tenuti in simil-laboratori di scienze e a corsi di scrittura di incantesimi, a sessioni di volo sulla scopa (educazione fisica) e di canto:  la magia è qui solo un espediente narrativo innocuo per raccontare in modo piu' digeribile e avvincente la realtà' della vita in collegio.

Murphy affronta situazioni e temi che toccano da vicino i bambini tra i 6 e i 10 anni: esplora dinamiche sociali complesse come la rivalità, l'amicizia e lo spirito di cooperazione, nonché' i meccanismi di inclusione e il riconoscimento della diversità'. 

Jill Murphy mette in discussione i percorsi che portano all'apprendimento e con esso alla crescita personale e sociale.

Seguiamo il personaggio di Mildred evolversi nel corso degli otto libri, trovando un suo modo per esprimersi: si trasforma da bambina insicura e imbranata, sopraffatta dalle regole di un ambiente ostile, in una ragazzina positiva e sicura di sé che riesce a farsi valere e a pensare fuori dagli schemi, senza perdere di vista i suoi valori (la lealtà' verso gli amici e l'amore per gli animali) e senza perdere il suo modo un po' buffo e adorabile di vivere e di imparare.

Non mi sento quindi di includere questa serie nel genere fantasy, perché dietro alla magia (poca) c'è un intero mondo di situazioni che suonano estremamente reali e familiari, a volte crudeli, spesso molto divertenti.

Jill Murphy ci intrattiene dosando la suspense e la certezza rassicurante che Mildred ce la farà', e gettando allo stesso tempo uno sguardo severo sui metodi antiquati dell'educazione tradizionale britannica.

L'autrice dipinge un mondo tutto al femminile: non per sostenerlo ma semplicemente per riconoscerne l'esistenza. 
E' la realtà' per molte bambine qui in Gran Bretagna, dove la maggior parte delle scuole (soprattutto le più' esclusive) dividono ancora i bambini per sesso, privandoli dell'opportunità di esplorare le dinamiche di funzionamento reale della società', in un'eta' critica per l'apprendimento di skill sociali.

In questa fase dello sviluppo, tra i sei e i dodici anni, i bambini iniziano ad esplorare con maggiore interesse l'etica del comportamento sociale,  l'esclusività nell'amicizia e l'identità' di genere. Tendono, con le dovute eccezioni, a fare amicizia con i coetanei in piccoli gruppi, bambini con bambini, bambine con bambine.
The ITV Television Series, aired in 1998
Il concetto di "gruppo" emergerà solo durante l'adolescenza, così come nuovi modi di interazione tra i sessi al suo interno.
Questa separazione è estremamente comune ed è per questo che la divisione di genere sembra prevalere nei chapter books per questa fascia d'eta'.

Questo non significa che dovremmo proporre solo libri con personaggi maschili o femminili, al contrario, significa che dovremmo farlo consapevolmente.

Mi riferisco a un certo filone di letteratura "femminile" per bambine, che continua a svolgere purtroppo un ruolo importante nell'alimentare gli stereotipi di genere, che si creano appunto a questa eta'. 

Tendo ad evitare del tutto libri del genere informandomi prima, anche se ho ovviamente commesso alcuni errori e acquistato serie di libri che abbiamo toccato a malapena. Penso alle ragazzine insulse di Ivy&Bean, per citarne uno, i cui tre cofanetti (comprati troppo affrettatamente perche' 
sembrava una lettura sicura) sono finiti  quasi subito nascosti in un angolo alto della libreria.

Dobbiamo fare molta attenzione alla scelta delle letture a questa eta', perché' stiamo fornendo ai bambini le immagini per la propria identificazione personale.
Questo e' vero sempre ma il rischio di 'sbagliare' e' maggiore a questa eta' e' maggiore, perche' spesso non abbiamo tempo e voglia di leggere in anticipo i libri lunghi, come faremmo normalmente per gli albi illustrati.

Quindi, come regola generale, è sempre bene iniziare una serie con un libro singolo anziché' mettendoci in casa subito tutto il cofanetto, anche se economicamente può' convenire.
Ricordiamoci anche che e' del tutto ok interrompere la lettura di un libro che ci sembri inadatto.
Parliamo al bambino spiegandogli perché pensiamo di non aver bisogno di quel libro e rimaniamo coerenti di fronte alle sue proteste, perché non tutto è negoziabile. Soprattutto quando ci sono di mezzo libri brutti (e film brutti!).
Il motto montessoriano "Segui il bambino" non significa abdicare al nostro ruolo di adulti.

Detto questo, The Worst Witch è una serie a mio avviso molto "sicura", divertentissima e scritta molto bene, con un vocabolario ricco e interessante (almeno in inglese, spero sia stato reso in modo ugualmente stimolante in italiano).
Non mi spiego come mai sia stata pubblicata in Italia solo ora, speriamo davvero che l'editore pubblichi presto tutti i volumi.
-
Libro 1 - Mildred, Una Strega Imbranata [2020]
Scritto e illustrato da Jill Murphy
Pubblicato in italiano da La Nuova Frontiera Junior
 

No comments

Post a comment

Professional Blog Designs by pipdig