Educate To Life - Montessori Notes



All children should be lucky enough to have a special friend living next door.
I had one, my best friend lived just upstairs, a staircase away. 
We would exchange things in baskets from the balcony using a rope, play hours together, tell each other everything. 
We were up and ready at 7am to see each other’s presents on Christmas day.
That first big friendship lasted all my childhood.
When she moved (only a 15 mins drive away but still..) everything changed. 

My children (like most other children living in big cities) will never experience this. London is a place where people come and go all the time, classmates and neighbours change every few years. This book by Newbery medalist Meg Medina (Merci Suarez Changes Gears) tells the beautiful story of two childhood friends and of their separation as one moves away with her family.

“You will make new friends” says the mum. 
Because that’s what parents usually say. 
We mean well but we often diminish the child’s feelings together with the value of the relationships they can establish with their peers.
The uplifting ending of the story is there to remind us that children choose each other, that special friendships do exist, and that often we need to work it out a bit to keep them alive. 
But if we do, childhood friends are a lifelong treasure.
So, if your child has a special friend who moved away, or a friend they can’t see and miss during lockdown, or if you are the ones moving away...why not to encourage them to write a letter and post it? 
A real, handwritten letter, not an email or a whatsapp text filled with emojii.
Plan a trip to visit, help him remind birthdays, show that it is possible to keep friends close, with a little effort.

Published by Walker Books
Reading age: 5+




🇮🇹 Ogni bambino dovrebbe avere la fortuna di avere un migliore amico della porta accanto.
Ci ho pensato molto nell’ultimo anno, a quanto ero fortunata da piccola ad avere la mia migliore amica al piano di sopra.
Giocavamo per ore, ci scambiavamo cose dai balconi, dentro a un cestino legato a una corda.
Alle 7 in punto della mattina di Santa Lucia eravamo insieme a guardare i regali che avevamo ricevuto, prima di andare a scuola.
Durò per tutta la nostra infanzia, finché si trasferí.
Le mie figlie, come tanti bambini che vivono in città, non vivranno mai una amicizia simile. A Londra tanti sono di passaggio, compagni di classe e vicini di casa cambiano a cicli.
Questo libro di Meg Medina (vincitrice della Newbery Medal con Merci Suarez Changes Gears) ha tirato a galla tutti questi pensieri.
Racconta la storia dell’amicizia speciale tra due bambine vicine di casa, Evelyn e Daniela, e della loro separazione, quando Evelyn lascia la città con la sua famiglia.

“Ti farai altri amici” dice la mamma a Daniela.
Perchè è questo che diciamo noi genitori ai bambini, sminuendo non solo il loro dolore ma anche il valore delle relazioni che stabiliscono con gli altri.
Il finale della storia è tutto dalla parte delle bambine, e ci ricorda che i bambini si scelgono, che le amicizie speciali esistono (come e più forti di quelle tra adulti)
E che spesso occorre un po’ di lavoro per mantenerle vive.
Allora se vostro figlio ha un amico che si è trasferito, o semplicemente un amico di scuola che non può vedere durante il lockdown, perchè non incoraggiarlo a scrivergli una lettera e a spedirla per posta?
Una lettera vera, scritta a mano, non una email o un messaggio whatsapp.
Aiutiamolo a ricordare i compleanni, organizziamoci per farli riunire durante le vacanze. 
Mostriamogli che non siamo in balia degli eventi e con un pò di sforzo possiamo tenere vicine le persone che decidiamo di chiamare ‘amici’.


 

No comments

Post a comment

Professional Blog Designs by pipdig